Claudio Cosentino è il nuovo istruttore ufficiali di campo di Catania

Pubblicato il Lascia un commento
A Claudio, nuovamente l’augurio di buon lavoro da tutto il Gruppo Arbitri e Ufficiali di Campo di Catania.

 


ClaudioCosentino
Silenziosamente, gli ufficiali di campo tengono il tempo delle partite, appuntano canestri e falli, segnalano le sostituzioni. A Catania, per un anno dopo le dimissioni di Mariagrazia Borzì, il gruppo udc ha avuto un’istruttrice ad interim da Piazza Armerina, Federica Cipriano, e ora è stato nominato come nuovo istruttore Claudio Cosentino, il più giovane di Sicilia e tra i più giovani promossi al corso di Castel San Pietro Terme.
«Il corso è stato interessante – afferma il nuovo istruttore –, si è parlato più del lato comunicativo, di come instaurare un rapporto con i tesserati e come preparare le lezioni tecniche. L’interesse del settore è di far crescere quest’aspetto, in passato meno approfondito».
Cosentino, 23 anni, seguirà una linea precisa: «La parola chiave è la collaborazione, il concetto di squadra con gli arbitri è importante e va fatto un lavoro coordinato, con gli altri istruttori, tenendo in conto le esigenze di tutti. Dovremo migliorare quanto fatto, consolidando le basi tecniche e mettendo tutti a un livello simile, secondo le indicazioni del settore tecnico». Rimane ancora il nodo delle designazioni degli udc di Catania, quest’anno affidate a Messina; a questo punto si potrebbe tornare all’antico.

Roberto Quartarone
La Sicilia 25 luglio 2016

claudio cosentino

Gli arbitri Siciliani promossi

Pubblicato il Lascia un commento
Dieci nuovi fischietti arbitreranno in Serie C Silver, dodici invece sono neopromossi in Serie D: anche per gli arbitri è il momento delle promozioni nelle serie superiori e a livello regionale ci sono tanti giovani promettenti che hanno a disposizione un palcoscenico maggiore.
Approdano nella massima serie regionale i messinesi Antonio Alosi, Salvatore Cannata, Carlo D’Amore e Antonino Di Bella, i palermitani Emanuele Calandra, Fabrizio Miragliotta e Giuseppe Saeli, i catanesi Luca Moschitto, Andrea Parisi e Alvin Perrone. Calandra, D’Amore, Moschitto e Parisi hanno partecipato negli ultimi anni al Trofeo delle Regioni, spesso trampolino di lancio per le maglie grigie più promettenti. Saeli, Perrone e Miragliotta hanno già arbitrato in C2. Sono così 35 gli arbitri della C siciliana.
Invece lasciano la Promozione per la Serie D il palermitano Giosuè Brusca, i ragusani Gioele Cascone, Enrico Fustagni e Carla Spata, i messinesi Edoardo D’Amore, Riccardo Marra e Antonino Pellegrino, i trapanesi Bruno Licari e Marco Ottoveggio, i catanesi Samuele Mangiarratti e Francesco Scuderi, il nisseno Fabio Romano. Anche per la D ci sono 35 nomi a disposizione del designatore.
È infine Angela Castiglione l’unico arbitro siciliano ad aver fatto il salto di categoria nei campionati nazionali quest’anno. La palermitana, classe ’86, è stata inserite nelle liste per la Serie B/M e l’A2/F, ma di recente ha anche arbitrato la finale di Coppa Italia di A1/F.
Roberto Quartarone
La Sicilia 08/08/2016
RQ_LaSicilia_08082016