L’emozione di Matteo Trovato

Ciao ragazzi, oggi voglio raccontarvi la mia prima partita in assoluto da me arbitrata. Tutto potevo aspettarmi, tranne che lunedì così velocemente  mi potesse arrivare la designazione. Il telefono vibra, eccolo l’ sms da ehiweb: gara 2243 martedì 19 dicembre al Pala Jungo di Giarre.

Ero carichissimo e felicissimo pronto a spaccare tutto. Chiamo il mio collega Toni Finocchiaro ed impazziamo di gioia insieme, era la nostra gara.

Pronti per spaccare tutto, l’indomani  arriviamo al palazzetto, non distante da casa e svolgiamo insieme le procedure pre-gara con l’assistenza di Giovanni De Giorgio, era lui il nostro “tutor” per la prima partita.

Tutto pronto, Toni lancia palla a due, è iniziata la gara. In quel momento ad essere sincero ero molto agitato ma nello stesso tempo sapevo di poter gestire la situazione. Finisce il primo periodo, avevamo fischiato un po’ troppo ma andava bene.

Giovanni ci metteva a nostro agio perché in qualsiasi momento, durante un time out e ad ogni fine periodo coglieva l’occasione per parlare con noi e dirci cosa migliorare e cosa stavamo facendo bene. Forse eravamo troppo carichi, ma era pur sempre la nostra prima partita!

Il tempo volava ed in un attimo era già finito il primo tempo. L’agitazione era svanita ed eravamo consapevoli che stavamo facendo bene, ma non benissimo, potevamo evitare qualche fischio.

Finisce la gara, con un bel divario tra le due squadre: Giarre e Pgs Sales. Pericolo scampato! Possiamo rilassarci, siamo salvi.

Siamo andati nello spogliatoio arbitrale per discutere della gara con il nostro istruttore, qualche errore che si poteva evitare, ma è sempre la prima!

Si fa sera, rientro a casa felice e soddisfatto dopo aver arbitrato la mia prima gara ufficiale. Mi rassegno consapevole di dover dar spazio ad altri e sperando di arbitrare dopo le vacanze Natalizie ma all’improvviso arriva la chiamata di Andrea Parisi. Non ci credo, non sto nella pelle,  è arrivata proprio la seconda designazione per l’indomani.

Impazzisco di gioia e comincio a saltare per la casa chiamando tutti i miei amici e raccontandogli che avevo ricevuto una seconda chiamata per il giorno dopo, davvero un emozione indescrivibile.

Oggi pomeriggio, nuova esperienza, nuova gara, nuovo campo quello a Fiumefreddo di Sicilia questa volta con un nuovo collega, Lorenzo Garozzo e con serenità arbitriamo la partita. Va tutto liscio, direi decisamente meglio rispetto alla precedente, ero già più tranquillo…che dire…fantastico!

Un’esperienza davvero unica e indimenticabile: scendere in campo, ma non da giocatore, ma da arbitro e vedere entrambe le facce del gioco è davvero bello, e soprattutto mi fa capire che non è facile stare nei panni di chi ha quel fischietto in bocca….oggi la penso diversamente. Speriamo che questa stagione vadi al meglio per me e per voi… Ad Maiora Semper…

Matteo Trovato

Be the first to comment

Rispondi