3×3 del Gap Catania, una super edizione

Da Basket Catanese di Roberto Quartarone

Tre uomini e una gamba si confermano campioni… Barbagallo la spiega ancora… Le ragazze in campo: Foti decisiva… Spampinato bomber da tre…

La terza edizione del Gap Catania Tournament ha iscritto un nome già visto sulla coppa (virtuale) del vincitore: hanno fatto il bis i Tre uomini e una gamba, con Luca Moschitto e Gregorio Rabuazzo confermati rispetto allo scorso anno e le aggiunte fuori categoria Seby Tarascio(direttamente da Priolo) e Daniele Barbagallo. Quest’ultimo, tornato dal Nord dopo tanti anni, ancora la spiega e vince a mani basse il titolo di mvp sancito dai capitani.

Rabuazzo, Moschitto, Barbagallo e Tarascio, i “Tre uomini e una gamba”

Sul campo dell’Alfa Basket, nel 3×3 dedicato agli arbitri e agli ufficiali di campo hanno detto la loro anche le ragazze, con Costanza Foti decisiva affinché i Puffi potessero arrivare a un passo dalla finale, più Lucia Signorelli, Marzia Giardina e Valeria Vento, le ultime due invitate appositamente dalla costiera tirrenica.

Tra super-teglie di pizza e la torta al pistacchio di Francesco Antonino, lo spettacolo in campo non manca e si alternano partite appassionanti ad altre da minibasket, in un clima perfetto da minorsGabriel Spampinato domina la gara del tiro da tre, gli ufficiali di campo s’improvvisano arbitri e viceversa, non mancano ovviamente le contestazioni e improperi per falli non fischiati e sanzioni troppo severe.

Il cecchino da tre Gabriel Spampinato premiato da Claudio Cosentino

Nelle finali, i valori espressi al termine della prima fase e di quella a orologio si sono più o meno mantenuti: i Panza a Spicchi battono 16-6 i Repubblichini, gli Slam Drunk fermano la Squadra di Cosentino per 10-5, i Puffi perdono a sorpresa contro i 4 Bianchi (6-8). La finale invece è scontata: 4-0 e poi 14-12 s’impongono i campioni in carica sulla sorpresa La squadra che ha giocato prima.

La tradizione dunque continua: anche quest’anno il 3×3 degli arbitri e ufficiali di campo etnei si è confermato un appuntamento molto sentito e super combattuto, anche se con un livello di poco inferiore all’A2 armena. Questa è la classifica finale:

Daniele Barbagallo, mvp votato dai capitani

 

  1. Tre uomini e una gamba (Luca Moschitto, Sebastiano Tarascio, Gregorio Rabuazzo, Daniele Barbagallo)
  2. La squadra che ha appena giocato (Nicholas Ferlito, Andrea Crisafulli, Lorenzo Garozzo, Giordano Argento)
  3. I 4 Bianchi (Salvo Ardizzone, Nicola De Felice, Andrea Amendola, Antonio Testa)
  4. I Puffi (Vincenzo Ferrara, Filippo Patanè, Gabriel Spampinato, Costanza Foti)
  5. Slam Drunk (Lorenzo Pennisi, Matteo Trovato, Toni Finocchiaro, Simone La Spina)
  6. La squadra Cosentino (Lucia Signorelli, Marzia Giardina, Andrea Castorina, Claudio Cosentino, Dario Luppino)
  7. Panza a Spicchi (Roberto Quartarone, Francesco Antonino, Andrea Reina, Valeria Vento)
  8. I Repubblichini (Paolo Pulvirenti, Giulio Scannaliato, Sebastiano Scandurra, Federico Catalano).

La photogallery su Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Edizioni precedenti: 2017 • 2018



Be the first to comment

Rispondi